Standard del Chihuahua

FCI  Standard  N° 218 / 23.06.2004
CHIHUAHUA
ORIGINE: Messico
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:
24.03.2004
UTILIZZAZIONE: cane da compagnia
CLASSIFICAZIONE  F.C.I
.: Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 4 Chihuahua
Senza prova di lavoro
 

BREVE CENNO STORICO: il Chihuahua è considerato il più piccolo cane di razza esistente al mondo e porta il nome dello stato più grande della Repubblica del Messico (Chihuahua). Si pensa che un tempo questo cane vivesse libero in questa regione e che sia stato catturato e addomesticato dagli indigeni all’epoca della civilizzazione tolteca. Alcune rappresentazioni di un cane nano chiamato “Techichi” che viveva nella regione di Tula, sono presenti nella decorazione di elementi architettonici di questa città; queste statue assomigliano molto da vicino ai Chihuahua del giorno d’oggi.

ASPETTO GENERALE
È un cane dalla costruzione compatta, le cui caratteristiche più importanti sono la testa a forma di mela e la coda di media lunghezza, che è portata alta e ricurva o arrotondata a semicerchio con l’estremità che punta verso la regione lombare. 
PRORZIONI IMPORTANTI
Lunghezza del corpo è leggermente superiore all’altezza al garrese; si desidera tuttavia un corpo quasi nel quadrato, specialmente nei maschi; nelle femmine, a causa della funzione riproduttiva, è permesso un corpo leggermente più lungo.

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Vivace,  sveglio, irrequieto e molto coraggioso

TESTA
REGIONE DEL CRANIO

Cranio testa molto rotonda, a forma di mela (una caratteristica della razza); cranio preferibilmente senza fontanella, benché una piccola fontanella sia permessa. Stop molto marcato, pronunciato e ampio poiché la fronte è bombata al di sopra della base del muso.

REGIONE DEL MUSO

Tartufo moderatamente corto e leggermente rialzato: sono permessi tutti i  colori.

Muso corto; visto di lato, è rettilineo; è ampio all’inserzione e  si assottiglia progressivamente verso la punta.

Labbra asciutte e ben aderenti

Guance poco sviluppate, molto asciutte.

Mascelle/Denti chiusura a forbice o a tenaglia. Enognatismo, prognatismo o qualsiasi altra chiusura difettosa,  devono essere severamente penalizzati.

Occhi larghi, di forma rotonda, molto espressivi, non sporgenti, perfettamente scuri. Gli occhi chiari sono permessi ma non ricercati.

Orecchi larghi, eretti, largamente aperti; ampi all’inserzione, gradualmente si assottigliano verso la punta che è leggermente arrotondata. A riposo, sono inclinate lateralmente, formando un angolo di 45°.

COLLO         

Profilo superiore leggermente arcuato

Lunghezza media

Forma ha più spessore nei maschi che nelle femmine

Pelle  senza giogaia. Nella varietà a pelo lungo, la presenza di un pelo più lungo che forma un collare è estremamente desiderabile. 

CORPO  compatto e ben costruito

Linea superiore diritta

Garrese poco marcato

Dorso   corto e fermo

Rene fortemente muscoloso

Groppa ampia e forte; quasi piatta o leggermente inclinata

Torace cassa toracica ampia e profonda, con costole ben cerchiate. Visto dal davanti, torace spazioso ma non esagerato. Visto di lato, arriva a livello dei gomiti;  non a forma di botte.

Linea inferiore nettamente disegnata da un ventre ben rialzato. Un ventre rilasciato è permesso ma non desiderato 

CODA

inserita alta, piatta in apparenza e di lunghezza moderata; larga alla radice, si assottiglia gradatamente verso la punta. Il portamento della coda è un’importante caratteristica della razza: in movimento è portata alta formando una curva, o un semicerchio con la punta diretta verso la regione lombare, il che contribuisce all’armonia dell’insieme. La coda  non deve mai essere portata fra gli arti posteriori né arrotolata sopra la linea dorsale. Il pelo della coda, secondo la varietà, è in armonia col pelo del mantello. Nella varietà a pelo lungo forma un pennacchio. La coda,  a riposo, è pendente e forma un leggero uncino. 

ARTI 

ANTERIORI   arti diritti e di buona lunghezza.  Visti dal davanti, formano, con i gomiti, una linea retta. Visti di lato sono verticali

Spalle pulite con moderatamente muscolose. Buona angolazione tra scapola e braccio.

Gomito fermo e strettamente aderente al corpo, ma con libertà di movimento.

Metacarpi leggermente obliqui, forti ed elastici

POSTERIORI; verticali e paralleli, sono molto muscolosi; le ossa sono piuttosto allungate;  in armonia con gli anteriori, presentano  buone angolazioni coxo-femorali, del ginocchio e del garretto.

Garretti corti, con tendine d’Achille ben sviluppato; visti da dietro sono diritti, in posizione verticale e ben separati. 

PIEDI 

molto piccoli e ovali,  con le dita ben separate ma non schiacciate (non piede di lepre né piede di gatto). Le unghie sono particolarmente ben arcuate e moderatamente lunghe; i cuscinetti sono ben sviluppati e molto elastici. Gli sperono devono essere tolti, tranne che nei Paesi dove questa operazione è proibita per legge. 

PASSO i passi sono lunghi, elastici, energici e attivi, con buon allungo e buona spinta. Visti da dietro, i posteriori dovrebbero muoversi restando quasi paralleli, così che le orme del posteriore vadano direttamente a cadere su quelle dell’anteriore. Aumentando la velocità, gli arti mostrano la tendenza a convergere verso il baricentro (single track). Il movimento rimane elastico, sciolto e facile, la testa alta e il dorso fermo.

PELLE liscia ed elastica su tutta la superficie del corpo

MANTELLO
PELO in questa razza vi sono due varietà di pelo

  • Pelo corto: il pelo è corto e ben adagiato su tutto il corpo; in presenza di sottopelo, il pelo è un po’ più lungo; un pelo rado è accettato alla gola e al ventre; è leggermente più lungo sul collo e sulla coda, corto sul muso e gli orecchi. Il pelo è lucido e la sua tessitura è morbida. Cani senza pelo non sono ammessi.
  • Pelo lungo: il pelo deve essere fine e serico, liscio o leggermente ondulato; è ricercato un sottopelo non troppo spesso; il pelo è più lungo attorno al collo e forma frange agli orecchi, sulla faccia posteriore degli arti anteriori e posteriori e sui piedi, come pure un pennacchio alla coda. I cani con lungo pelo lungo e fluttuante non saranno accettati.

COLORE       

tutti i colori con tutte le possibili sfumature e combinazioni sono accettati.

PESO  in questa razza non si tiene conto della taglia, ma solo del peso.

Peso ideale fra 1.5 Kg e 3 Kg. Tuttavia i cani fra 500 gr. e 1.5 Kg sono accettati. I soggetti che pesano più di 3 Kg saranno squalificati.

DIFETTI  :

qualsiasi scostamento a quanto precede deve essere considerato come difetto che sarà penalizzato a seconda della sua gravità.

  • Mancanza di denti
  • Persistenza di denti da latte
  • Mascelle deformate
  • Orecchi appuntiti
  • Collo corto
  • Corpo lungo
  • Dorso  arcuato o insellato (lordosi o cifosi)
  • Groppa avvallata
  • Torace stretto, cassa toracica con costole piatte
  • Coda corta o ritorta; inserzione non corretta
  • Arti corti
  • Gomiti scollati
  • Posteriore con garretti chiusi

DIFETTI GRAVI

  • Cranio stretto
  • Occhio piccolo, infossato nell’orbita o sporgente
  • Muso lungo
  • Enognatismo o prognatismo
  • Lussazione della rotula

DIFETTI  ELIMINATORI

  • Soggetto aggressivo o pauroso
  • Tipo  “cervide” (cane di costruzione atipica o estremamente stilizzata, testa finemente cesellata, collo lungo, corpo  sottile, arti lunghi; tipo che richiama il cervo, slanciato, leggero, longilineo)
  • Soggetto che presenta una fontanella notevole
  • Orecchi cadenti o corti
  • Corpo estremamente lungo
  • Mancanza di coda
  • Nella varietà a pelo lungo: pelo molto lungo, fine e fluente
  • Nella varietà a pelo corto: chiazze prive di pelo (alopecia)
  • Peso al di sopra dei 3 kg.

Qualsiasi cane che presenti, in modo evidente, delle anomalie d’ordine fisico o comportamentale, sarà squalificato. 

N.B.    I maschi devono avere due testicoli d’aspetto normale completamente discesi nello scroto.

Standard FCI n.218

Chihuahua ( pelo lungo )

Il tipo, in questa varietà è uguale a quello dell'altra con la differenza che il pelo dovrà essere più lungo, sottile e setoso; può presentarsi anche liscio o leggermente ondulato. E' desiderabile che il sottopelo non sia molto denso. Il pelo sui piedi e sulla superficie posteriore degli arti anteriori deve essere più lungo; negli arti posteriori, come culotte, e sulla coda, dove forma una caratteristica frangia; deve pure vedersi un folto e lungo collare attorno al collo. Sulle orecchie il pelo si fa gradatamente più lungo procedendo dalla punta, ove è corto, verso la loro base ove forma una frangia che si confonde poi con il collare. Sulla testa il pelo è corto così come sul muso e sulla superficie anteriore degli arti.
Difetti - Pelo ruvido; ricciuto o eccessivamente aderente al corpo come conseguenza di assenza o eccesso di sottopelo. Pelo lungo nelle estremità delle orecchie. Frangia corta nella coda.
Difetti gravi - Pelo ricciuto. Mancanza di lunghezza nel suo complesso.
Difetti squalificanti - Pelo lungo sul muso.

Standard FCI n.218